giovedì 8 marzo 2012

MU – Lana Del Manchester


(tramite il compagno Enrico Sola)


13 commenti finora
Commenta

Di solito i mashup mi fanno cascare le braccia, ma questo non è affatto male… ora rimane solo da sognare un vero duetto Moz + Lana :-)

cosa ne pensi tu dell’album e del fenomeno lana dell ray? a me pare un gran bell’album (indie)pop e non comprendo l’odio della blogosfera musicale;
attendo da parecchio un tuo parere in quanto mio personale blogger di riferimento :)

Bella, malgrado i capelli.

Scusa l’OT, Matteo, ma questo cos’è?
http://www.youtube.com/watch?v=eAkO5wXhY_A

Mi accodo alla richiesta di Sergio :-)
(Devo dire che mi ci sono voluti parecchi ascolti per farmelo piacere veramente, e tutt’ora salto invariabilmente due tracce. Il disco precedente era due spanne sopra, speriamo nella riedizione…)

Piacevole. Della funambolica virtù canora della lana non si sente troppo la mancanza. Tra l’altro il frame con occhioni e labbroni sbarrati dovrebbe essere inserito viralmente in tutti i video musicali. Non mi è ancora chiaro se Sola si riferisce al Re o alla regina.

Forse solo Fiona avrebbe saputo fare di meglio:
http://www.youtube.com/watch?v=TAIA7PCo-94

Scusate, avevo dimenticato il link all’articolo:
http://www.guardian.co.uk/music/2012/jan/21/lana-del-rey-pop

Io darei fuoco, alla blogosfera che critica Lana Del Rey che mi ricorda nel cognome quella Rebecca Del Rio che tutti voi sapete.

@ Sergio
non comprendo l’odio della blogosfera musicale
E’ bella e ricca di famiglia.
L’italietta in recessione all’epoca delle Neovittoriane sessuofobiche del SeNonOraQuando non glielo può certo perdonare.
In netta minoranza, e quasi esclusivamente da parte di maschi etero, le uniche critiche pertinenti esprimenti dubbi sulle effettive capacità canore alla luce di certe performance live.
I commenti femminili sono spesso viziati da pregiudizio di genere.
Ma per l’Oscar dell’Imbecillità, avanzerei la candidatura di Peppe Videtti che a fine gennaio, su Repubblica, non è riuscito ad esimersi dal constatare come a parte le labbra, sul suo viso non ci sono segni di chirurgia plastica.
…….
@ Mr. Tambourine
Bella, malgrado i capelli.
-Hanno creato a tavolino ‘sto concept della bellona vintage.
-Le hanno appioppato un nome da imprecisata diva hollywoodiana dei 50s.
-Hanno riempito i video di spezzoni di vecchi filmini (#) dei 60s
-La signorina ci ha di suo una pigmentazione castano-rossiccia.
Ispirarsi nel look a qualcosa tra Rita Hayworth e Lana (toh!) Turner era pressochè obbligatorio.
.
.
(#)
A Repubblica devono per forza apparire sempre molto colti.
Se ogni tanto si sforzassero a che invece no, magari il Videtti, anzichè Lynch o Nancy Sinatra, mi avrebbe potuto citare per via di certe sbiadite immagini b/n , la sigla di Dark Skies.
Ma figurati se considerano delle “volgari” serie TV con alieni.

Certo è che nell’Italietta in recessione per essere etichettate “Neovittoriane sessuofobiche del SeNonOraQuando” basta veramente poco :-( Comunque, ispirandomi al nickname che ho scelto, vorrei ingenuamente ricordare il grido di battaglia,”Play From Your Fucking Heart!!!!!”:
http://www.youtube.com/watch?v=xRkA6zugNMQ
e rilanciare con questa:
http://www.youtube.com/watch?v=ylgHaNgjKdE

@giovannim quando dici “hanno” dovresti dire “ha”. Questa cosa che siccome e’ giovane e carina e soprattutto donna non puo’ essere lei stessa l’artefice della propria immagine ma ci deve essere per forza dietro qualche discografico (ovviamente maschio) l’ho sempre trovata piuttosto (magari involontariamente) sessista.

Scusa Ste, ma il sessismo ce lo stai cacciando dentro tu a forza come i pendolari nei vagoni a Tokio il lunedì mattina.
Il discorso vale qualsiasi sia il sesso di ognuna delle figure professionali della filiera del prodotto “Lana”.
Se poi ha fatto tutto tutto da sola, beh, a maggior ragione applausi, altro che critiche e sberleffi.



Lascia un commento
Line and paragraph breaks automatic, e-mail address never displayed, HTML allowed: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

(obbligatorio)

(obbligatorio)